San Gimignano prende il nome dal vescovo di Modena morto nel 397 d. C. Nel medioevo la città "delle belle torri", così chiamata perchè la leggenda vuole che in essa si ergessero ben settantadue torri, era importante e ricca per la produzione delle spezie (soprattutto lo zafferano, che continua ancora oggi ad esservi coltivato) e per l'attività mercantile che svolgevano le grandi famiglie che risiedevano nei palazzi che portano tuttora il loro nome.

foto
foto

Ed è proprio in uno di questi palazzi, il duecentesco palazzo Braccieri, che sorge l'Albergo. Il palazzo fu adibito a Spedale di Santa Maria della Scala nel 1556, unito allo Spedale degli Innocenti di Firenze.

La funzione dello Spedale era quella di assistere i trovatelli. Nello Spedale era attivo anche un "pellegrinaio", destinato ad ospitare i pellegrini che viaggiavano lungo la Via Francigena, la grande arteria da e verso Roma, che passava per San Gimignano.

foto

L’Albergo “La Cisterna” è stato fondato nel 1918 dai fratelli Arturo e Gino Salvestrini e da allora, ininterrottamente, è rimasto di proprietà della stessa famiglia che lo ha sempre gestito direttamente. Siamo già alla quarta generazione di Salvestrini. Inizialmente disponeva di poche camere e solo dopo alcuni anni fu aperto il Ristorante “Le Terrazze”.

Fondatori
Famiglia

Durante la seconda guerra mondiale, l’Albergo continuò a lavorare esclusivamente per i pochi turisti inglesi che vi erano obbligati a rimanere, perché qui internati. Sempre durante la seconda guerra mondiale, l’Albergo fu requisito dai soldati tedeschi che lo adibirono a comando militare. La famiglia dovette di conseguenza trasferirsi all’interno delle cantine, e lì fu costretta a rimanere fino a quando l’Italia fu liberata da parte delle truppe alleate. A guerra finita, e a mano a mano che l’economia del Paese migliorava, furono fatti degli ampliamenti, grazie all’acquisto degli appartamenti adiacenti alla struttura principale. Gli ampliamenti più consistenti sono stati tuttavia realizzati negli anni ’70, quando il turismo stava diventando progressivamente di massa.