La Rocca di Montestaffoli

La Rocca di Montestaffoli

San Gimignano è adagiata su una collina il cui punto più alto è occupato dalla Rocca di Montestaffoli. Durante l’Alto Medioevo, quando era di proprietà del vescovo di Volterra che governava le terre circostanti, questa posizione di controllo sulle vallate circostanti rivelò tutta la sua importanza. Nei pressi della Rocca venne a crearsi un mercato che fece crescere, in maniera esponenziale, l’economia della zona.

La fortunata posizione di San Gimignano sulla Via Francigena consentì scambi fiorenti con gli altri centri abitati della Toscana e anche con le più fiorenti città sia del Nord che del Sud.

Nel 1353 vennerò costruite due cerchie di mura per la messa in sicurezza della Rocca e nel 1348 i fiorentini, che nel frattempo avevano conquistato la città, le imposero l’aspetto con cui la conosciamo oggi. Il declino della rocca seguì quello più generale della città, che perse progressivamente importanza al momento in cui la Via Francigena si spostò su una traiettoria più a valle e il flusso di pellegrini si esaurì.

Il suo abbandono durò almeno fino al Novecento. Ancora oggi la Rocca presenta solo la sua struttura basilare con le mura, priva delle stanze e degli ambienti originari. Ciononostante ha conservato il fascino di un panorama mozzafiato sul borgo e la splendida campagna che lo circonda.

Durante l’estate la Rocca ospita alcuni concerti e manifestazioni culturali.

Affacciati da una delle nostre finestre

Scopri le nostre camere

Fatti ispirare dalla nostra cucina

Scopri il nostro Ristorante

Approfitta delle offerte

Scopri le nostre Offerte