La Via Francigena e San Gimignano

La Via Francigena e San Gimignano

La Via Francigena - la strada che nel Medioevo i viaggiatori percorrevano dalle “Terre dei Franchi”, quindi dal centro Europa, per recarsi in pellegrinaggio vero la tomba dell’apostolo Pietro a Roma - ha segnato indelebilmente la storia di San Gimignano.

Facendo tappa in alcuni dei luoghi di spiritualità più conosciuti in Italia, la Via Francigena passa anche da San Gimignano, dove, proprio per accogliere i pellegrini, nel Medioevo sorsero numerosi Spedali e Pellegrinai pensati per dare asilo e cure ai viaggiatori.

Purtroppo negli ultimi anni molti viaggiatori, per evitare un percorso troppo complicato, preferiscono proseguire per la strada a valle evitando lo splendido centro storico, ma di recente, grazie a una nuova fioritura del turismo religioso e culturale, i pellegrini sono tornati a calcare l’antico tracciato della Via Francigena a San Gimignano, com’era in origine.

Non è un caso che nella Sala Consiliare del Palazzo Comunale si trovi raffigurato San Cristoforo, protettore dei pellegrini e dei viandanti, e che a San Gimignano si trovino numerosi centri religiosi di grande risalto dove i pellegrini venivano accolti e curati.

  • Il Santuario della Madonna di Pancole fu edificato nel 1668 per celebrare un miracolo della Madonna, che qui ridiede la voce a una pastorella muta
  • La Pieve di Cellole, edificata poco prima del 1000, fu a lungo luogo d’accoglienza per i pellegrini
  • La Chiesa di San Francesco, di cui oggi purtroppo rimane solo la facciata originale, nacque come Spedale dell’Ordine dei Cavalieri Gerosolimitani, dove venivano ricoverati i pellegrini
  • La Chiesa di San Jacopo al Tempio, costruita nel XIII secolo, secondo la leggenda fu fondata dai Cavalieri Templari di ritorno dalla Prima Crociata e fu a lungo asilo per i pellegrini. Qui infatti fu rinvenuta una conchiglia, simbolo dei pellegrini che venivano da Santiago di Compostela per dirigersi a Roma.
  • La Chiesa di Sant’Agostino dentro le mura, risalente al Medioevo, conserva ancora grandi capolavori, come gli affreschi di Benozzo Gozzoli, i dipinti della Scuola del Ghirlandaio e le mattonelle in maiolica di Andrea della Robbia.

Per chi è in cerca di spiritualità e cultura, fare tappa a San Gimignano lungo il percorso della Via Francigena è dunque d’obbligo, e non c’è hotel migliore che possa accogliervi se non l’Hotel La Cisterna, nell’omonima antica piazza, il cui edificio fu per secoli un Pellegrinaio, ossia un luogo di rifugio e di riparo per i pellegrini in viaggio.

Qui sarà bello riscoprire – lontano da inutili lussi – l’atmosfera calda e autentica di San Gimignano. 

Affacciati da una delle nostre finestre

Scopri le nostre camere

Fatti ispirare dalla nostra cucina

Scopri il nostro Ristorante

Approfitta delle offerte

Scopri le nostre Offerte